Un periodo di incertezza e sfide, ma anche di opportunità. In una serie di blog vogliamo raccontare le storie dei nostri soci e come stanno affrontando questo periodo senza precedenti. Siamo chiusi in casa, sempre dietro lo schermo, ma non vuol dire che siamo distanti. Ascoltando le storie degli altri magari possiamo scoprire delle opportunità: come affrontare questa sfida, come investire in noi stessi e come trovare un appoggio.

In questo post abbiamo fatto due chiacchiere con la nostra socia, Anna Pompele, psicologo del lavoro.

“Ciao Mary, grazie per la tua email e per il coinvolgimento in questo nuovo evento! Mi fa molto piacere poter partecipare. Siete sempre molto attive e dinamiche e lo apprezzo moltissimo.”

  1. Come libero professionista, come stai gestendo questo periodo senza precedenti?

Il dato oggettivo è che non sto fatturando dal 24/2 e anche mio marito è un assicuratore libero professionista, a casa in questo momento.

Ma ci siamo detti di cercare di non pensarci e ci siamo organizzati la giornata per trascorrerla comunque in modo proficuo e piacevole, nonostante il cambiamento. Stiamo bene e anche inostri famigliari: questa è la notizia più importante.

Siamo molto fortunati, rispetto a chi ha avuto perdite e chi in questo momento è ricoverato.

  1. Nonostante le difficoltà per l’economia e quelli che lavorano, come stai sfruttando questo momento per investire in te stessa?

E’ il miglior momento per utilizzare tutte le tecniche e strategie che vado professando durante i miei corsi e gli incontri individuali.

Ho fatto una lunga lista di cose da fare, sia dal punto di vista professionale, si personale: programmazione nuovi servizi, aggiornamento dei social network, mantenere le relazioni professionali.. ma anche delle attività personali: lavori domestici ordinari e straordinari. Ho anche previsto un tempo per il relax, il buon cibo e il tempo per famiglia e amici, ovviamente da sentire a distanza.

Mi ritrovo d’un tratto ad avere tutta la giornata da riprogrammare, pensando all’oggi, ma anche tenendo presente i miei obiettivi futuri. Benessere di oggi e di domani sono la meta.

Dopo aver stilato la lista, è importante stabilire le priorità personali e professionali (e degli altri conviventi), al fine di ottimizzare il tempo dedicato alle attività, ma anche la possibilità di goderci finalmente tanto tempo libero. Quando ci ricapiterà una situazione così?

  1. Come psicologo, avresti suggerimenti o consigli per gli altri che si trovano in difficoltà gestire la situazione psicologicamente?

E’ una situazione nuova ed imprevista, siamo stati tutto colti impreparati.

Frustrazione, preoccupazione, rabbia sono le emozioni più frequenti. Inoltre, possiamo provare noia nello stare a casa, o nostalgia delle attività che prima svolgevamo normalmente durante la giornata.

Anche la televisione e i social ci trasmettono notizie talvolta confuse, che creano incertezza e fastidio.

Ci sono nuovi equilibri nella gestione familiare e nelle relazioni con il partner e i figli, oltre che con i genitori anziani, dato cha passiamo più tempo con loro, o che siamo distanti per chi non convive.

E’ normale provare tale condizione e dobbiamo concedercelo, come momento di difficoltà. Questa prima consapevolezza ed accettazione può già essere di conforto.

In aggiunta, possiamo farci una domanda. Nella vita e nel lavoro, quando mi capita di subire situazioni non scelte da me, sono solita pensare: “Cosa posso fare io per.. stare bene?”.

Compatibilmente con una situazione così penalizzante e nuova, possiamo identificare le attività su cui, invece, abbiamo la possibilità di agire direttamente e volontariamente per fare in modo di mantenerci di buon umore e di “distrarci”. Tutto ciò su cui possiamo intervenire per modificarlo a nostro vantaggio.

Inoltre, ho creato uno sportello [info sotto] di supporto video-telefonate per trasferire strategie e tecniche di organizzazione del tempo durante queste giornate, di allenamento alle emozioni e di salvaguardia di motivazione e di concentrazione per chi sta lavorando da casa e di comunicazione e gestione delle relazioni familiari per chi si trova in difficoltà a convivere in questa nuova condizione.

Un professionista esterno può essere di sostegno, ma rappresentare anche un momento di sfogo, orientato ad acquisire soluzioni pratiche, invece di procedere con metodi casuali e disordinati.

  1. Vorresti lasciare un messaggio di positività o incoraggiamento durante questo periodo?

Sì, la proattività e la positività sono caratteristiche che mi appartengono.

In questo momento, senza renderci conto, abbiamo già messo in pista soluzioni creative per la gestione del cambiamento, a casa e sul lavoro: siamo già a buon punto!! Sento tante persone che si stanno impegnando per il proprio lavoro e anche affinché questa prevenzione sia efficace. Lo sforzo che a distanza stiamo tutti conducendo, ci sta facendo sentire paradossalmente più vicini e uniti, per realizzare un obiettivo comune, tutti assieme!! Credo che questo sia un segnale importante. Avanti tutta!!

Informazioni Sportello

L’importanza del benessere personale e professionale è un tema attuale, che interessa le Aziende dal punto di vista della produttivita’, ma anche del Welfare e dell’Engagement dei propri Collaboratori.

“HS group srl, società di medicina del lavoro, è consapevole che il benessere psichico delle persone sia fondamentale sia in ambito lavorativa che extra lavorativo.

Pertanto, ha deciso in accordo con tutti i propri medici, di incentivare e offrire un servizio di supporto psicologico e di ascolto in questo periodo di difficoltà.

– Il costo di questo servizio, grazie a questa collaborazione, viene scontato del 15%, rispetto al normale tariffario.

– Inoltre, per tutte le aziende che vorranno avvalersi del Servizio di medicina del lavoro tramite HS Group srl, tale servizio sarà gratuito. In caso di nomina come medico aziendale di uno dei medici di Hs group srl, la società offrirà gratuitamente un pacchetto di incontri gratuiti.

I servizi che oggi HS Group srl è in grado di offrire alle Aziende sono:

– Servizio di medico competente e gestione della sorveglianza sanitaria

– Visite mediche specialistiche di medicina del lavoro

– Assistenza sanitaria per la gestione di pratiche di infortunio INAIL e di pratiche di invalidità civile INPS

– Assistenza medico legale in caso di infortuni lavorativi e extralavorativi

– Attività di formazione in ambito dell’emergenza sanitaria rivolto a sanitari e non sanitari con rilascio di certificazioni nazionali e internazionali.”

dott.ssa Anna Pompele
Psicologo del lavoro, Counselor e Formatore aziendale
Telefono: 348-7960222
Sito: www.annapompele.it
E-mail: lavoro@annapompele.it
www.facebook.com/AnnaPompele.PsicologoDelLavoro/
www.instagram.com/annapompele/